Pranzo fuori casa: un’abitudine sempre più diffusa

Pranzo fuori casa con la Pinsa

Dalla ricerca effettuata da Nomisma, condotta per l’osservatorio “Buona Pausa Pranzo” di CIRFOOD, emerge che il tempo dedicato dagli italiani alla pausa pranzo è di 40 minuti.

Il campione preso in esame era composto da 1200 intervistati, studenti e lavoratori di età compresa tra 18 e 55 anni, che preferiscono passare la pausa pranzo fuori casa almeno 2-3 volte a settimana.

La ricerca condotta ha evidenziato come il 49% dei lavoratori ed il 52% degli studenti impiegano dai 30 ai 40 minuti per il pranzo fuori casa. Importante evidenziare come ci siano intervistati che hanno precisato di aver ancora meno tempo; il 21% dei lavoratori ed il 19% degli studenti hanno dichiarato di potersi concedere al massimo 20 minuti per il proprio pranzo.

 

 

La ricerca ha svelato, inoltre, quali sono i luoghi preferiti dove trascorrere la pausa pranzo. Un’importante percentuale pari al 43% sceglie l’ufficio almeno 2-3 volte a settimana, il 45% torna a casa ed il 35% decide di dirigersi al ristorante aziendale.

Tra gli studenti, invece, troviamo un 75% che dichiara di pranzare a casa ma anche quelli che decidono di fermarsi all’università ammontano ad un 70%.

 

 

COSA MANGIANO GLI ITALIANI IN PAUSA PRANZO?

 

 

Sempre dagli studi effettuati si evidenzia come il 78% degli studenti ed il 65% dei lavoratori preferiscano un pranzo portato da casa. Troviamo anche chi preferisce usufruire di piatti già pronti come panini o insalate (53% studenti e 52% lavoratori).

Oltre a queste categorie troviamo lavoratori e studenti che decidono di ordinare online i propri pasti tramite il servizio di take away, trend sempre più in aumento come quello del food delivery.

 

 

I 3 AGGETTIVI PER LA PAUSA PRANZO PERFETTA

Agli intervistati è stato chiesto, inoltre, come descriverebbero la loro pausa pranzo perfetta.

Gli aggettivi maggiormente utilizzati sono stati:

 

 

  • Gustosa
  • Economica
  • Veloce

Il 46% dei lavoratori ha precisato che il pranzo fuori casa ideale debba essere a basso contenuto di grassi.

(Fonte: nomisma.it)

 

 

COME PUÓ LA PINSA RISPONDERE A TUTTE QUESTE ESIGENZE?

 

 

La pinsa è il pasto ideale per chi ha poco tempo e vuole mangiare qualcosa di buono, sano e veloce.

La nostra pinsa è pronta solo in 5 minuti e può essere cotta come preferisci: nel forno professionale a pietra a 290/300°C per 4/6 minuti, nel forno convezione a 220/240°C sulla griglia (non sulla teglia) per 5/7 minuti oppure nel classico forno Bar a 250°C, ricordandosi di scaldare bene il forno, per 5/6 minuti.

Questo permette di ridurre i tempi di attesa del cliente, andando incontro a tutti quei consumatori che per motivi di studio o lavoro non hanno molto tempo da dedicare alla pausa pranzo.

Inoltre la nostra Pinsa è un piatto sano perchè composta solamente da un mix di 3 farine (soia, frumento e riso), un’alta percentuale di acqua ed un ridotto apporto di grassi.

 

 

Se vuoi approfondire la nostra offerta, scoprire tutte le nostre linee e i nostri formati per la Pinsa.

Condividi:

NEWS

CATEGORIE

Torna in alto